Arredare il bagno in stile zen

Il bagno è il luogo per eccellenza dedicato al relax e alla cura della persona e deve essere il più possibile confortevole e in linea con quella che è la personale concezione del benessere. Se vi piacciono le atmosfere particolarmente rilassanti, che puntano molto sulla pace dei sensi e dell’equilibrio interiore, la stanza da bagno in stile zen fa al caso vostro.

Atmosfere zen nella stanza da bagno

bagno zen

Lo stile zen è uno stile d’arredo giapponese che punta molto sull’idea che l’ambiente debba essere confortevole seguendo specifiche regole di composizione e di organizzazione degli spazi, in modo tale da favorire il benessere di corpo e mente.

La stanza da bagno, tempio della cura della persona per eccellenza, si presta molto bene a questo scopo e, arredata all’insegna dello stile zen, è capace di donare all’ambiente un’armonia perfetta e un’innata eleganza. Ecco allora come fare e qualche consiglio utile per un perfetto bagno in stile zen.

L’arredamento zen

L’arredo zen ha uno stile minimal, essenziale nelle linee e nelle forme, per ricreare la sensazione di pulizia visiva, di geometria e di ordine. Trattandosi del bagno quindi, è necessario scegliere un mobilio semplice, sobrio e dalle linee squadrate, privo quindi di fronzoli estetici e di dettagli accessori.

Anche i sanitari dovranno avere un’impronta moderna, anche a sospensione se il genere vi piace, ed essere il più possibile pratici e funzionali. Grande importanza avrà poi lo specchio che in genere sovrasta il lavabo; meglio se ampio e squadrato.

Gli elementi zen

Posto e considerato che l’arredo zen vieta fronzoli e singole componenti accessorie, ci sono però alcuni elementi, tipici di questa tendenza d’arredo, che sono perfetti per ricreare nella stanza da bagno una bella sensazione di armonia e di eleganza.

È il caso, per esempio, di composizioni di sassi e candele, piccole note che richiamano tipicamente un contesto orientale e che potete disporre sulla superficie del lavabo. Lo stesso vale per il bonsai, un piccolo accento floreale dal sapore nipponico.

Se poi lo spazio è abbastanza generoso un’idea originale e in grande stile è quella di collocare alcune statue orientali, anche di piccole dimensioni, direttamente sul pavimento. È una soluzione, questa, che si può mettere però in pratica soltanto se la stanza è ampia, per non affollare troppo lo spazio venendo meno al principio di libertà visiva di questo stile.

I colori dello stile zen

Per quanto riguarda la scelta dei colori non ci sono particolari indicazioni, se non quella di rispettare quell’aura sobria che questo stile impone. Il bianco e il nero sono i colori più gettonati in questo caso, meno lo sono i colori pastello o le cromie troppo accese, anche se tutto dipende dalle preferenze personali.

Non dimenticate poi colori dei tendaggi, che obbligatoriamente devono essere sobri e delicati per far filtrare al meglio la luce del sole durante il giorno: un ambiente scuro e poco luminoso poco si addice allo stile zen. Per quanto riguarda invece il colore delle pareti, tutto dipende dalla scelta degli arredi, anche se è meglio puntare su colori sobri, il bianco su tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *